Ptosi Mammaria: Risollevare il seno

Risollevare il seno

La ''Ptosi Mammaria'' è la caduta del seno causata sia da un progressivo rilassamento dei tessuti, sia da una sproporzione tra il contenente (tessuti) ed il contenuto (ghiandola mammaria).
Si parla di: seno flaccido, seno cadente, seno svuotato.
Tale inestetismo è visibile molto facilmente e può essere quantizzato misurando la distanza tra la piega sottomammaria ed il capezzolo.
 Si hanno tre gradi di ptosi:

  • Primo grado: la distanza è di 1-2 cm.
 
  • Secondo grado: la distanza è di 2-4 cm.

  • Terzo grado: la distanza è di 4-5 cm. 


 

 

Le cause della ptosi mammaria possono essere:

  • Fattori costituzionali (genetici): dipendono dal diverso grado di elasticità dell'epidermide
  • Volume mammario: un seno grande risulta maggiormente predisposto rispetto ad uno piccolo
  • Forma: un seno a base larga risulta meno predisposto rispetto ad uno a base stretta
  • Gravidanza e allattamento: causando notevoli variazioni di volume possono generare smagliature e lassità tessutale.
  • Variazioni ponderali: eccessivi ingrassamenti e dimagramenti sono causa di anomalie connettivali che interessano anche il seno.
  • Disturbi ormonali: possono incidere sulla struttura del seno alterando il funzionamento del tessuto ghiandolare. 


 

La Mastopessi è la tecnica chirurgica che permette di risolverela ptosi mammaria.
Si tratta di un intervento di chirurgia estetica estremamente delicato che consiste nell'effettuare una vera e propria ''scultura del seno'', ovvero un rimodellamento di questo organo.
 E' un intervento molto più complesso della semplice riduzione o ingrandimento delle mammelle, in quanto implica vari passaggi:

- Lifting cutaneo: consiste nella riduzione della cute in eccesso e dell'areola mammaria, spesso dilatata
.
- Sollevamento mammellare: consiste nel riempimento del quadrante superiopre della mammella che appare svuotata. Si tratta di un processo dimodellamento della ghiandola che funge da ''auto protesi ghiandolare''.
- Ancoramento del seno al muscolo pettorale: consiste nel creare un nuovo legamento di sospensione che deve sorreggere il seno.

L'intervento viene eseguito in strutture specializzate, richiede un ricovero di almeno 24 ore, richiede un'anestesia generale (raramente l'anestesia è locale), ha una durata di circa 3 ore ed implica una convalescenza di circa una settimana.
 Generalmente non è necessario applicare alcun drenaggio.

 Nelle fasi successive alla dimissione, la paziente deve rimanere a riposo per 4-5 giorni, evitando sforzi e movimenti eccessivi per circa un mese, utilizzando un reggiseno contenitivo. L'intervento di Mastopessinecessita, come tutti gli interventi, di collaudata esperienza e competenza.
 Lo studio di Chirurgia Plastica Estetica del dott. Domenico Miccolis offre ottime garanzie in tal senso.