Chirurgia Estetica Intima Donna

Una prassi molto diffusa negli Stati Uniti, è ormai giunta anche in Europa dove già molte donne la richiedono. Negli ultimi anni è emersa una nuova esigenza in fatto di bellezza: il desiderio di sentirsi giovani anche nella zona genitale. Siamo ora in grado di appagare il desiderio di sentirsi belle anche in una parte del corpo così privata . Gli organi sessuali sono sotto gli occhi del partner, e in presenza di difetti sono spesso causa di forti disagi.
Alcuni parametri della bellezza sono quasi universali: la simmetria (in questo caso riferita alle piccole e grandi labbra), la regolarità nei profili e l’armonia delle curve. Questi interventi possono essere semplici rimodellamenti cosmetici dell’aspetto esterno dei genitali (le piccole labbra), altri, come il Vaginal Tightening (restringimento della vagina) hanno lo scopo di incrementare il piacere fisico e costituiscono una vera e propria novità nel mondo della chirurgia estetica.

 
COSMETIC VAGINAL TIGHTENING

L’episiotomia è l’incisione chirurgica della cute perineale nella parte posteriore della vagina che viene spesso praticata durante il primo parto, per prevenire lacerazioni o danni al neonato. Molto spesso in seguito al parto, all’episiotomia, ma anche all’età, l’apertura vaginale può risultare ingrandita o asimmetrica.  La chirurgia estetica può intervenire anche in questo caso, sia correggendo la cicatrice sia riportandola a condizioni normali.
Lo scopo del Vaginal Tightening cosmetico (ossia restringimento della vagina), è quello di incrementare la sensibilità durante l’atto sessuale, specialmente in donne che abbiano già partorito. L’intervento viene effettuato restringendo la parte terminale (più sensibile) della vagina e l’orifizio esterno.  E’ sconsigliato in donne con incontinenza urinaria o prolasso uterino.