Liposuzione del Pube

Cellulite, adiposità localizzate, cedimento del tono, strie cutanee: diversi, ma molto spesso concomitanti sono gli inestetismi che insidiano l’aspetto della pelle e del corpo. Occorrono dunque formule innovative, in grado di agire in modo mirato sia sugli effetti che sulle cause.
L’arte della mutazione dell’immagine corporea oggi non passa più soltanto attraverso il bisturi.
Per ridurre e rendere più armoniosa la silhouette, la scienza della bellezza -da sempre impegnata nella formulazione di strategie multifunzionali, capaci di trattare simultaneamente più aspetti dello stesso problema- mette a disposizione strumenti formidabili in grado di garantire risultati rapidi e visibili.

Un esempio ci viene dato dalla laser-liposcultura, trattamento chirurgico microinvasivo che, rispetto alla lipoaspirazione tradizionale, si avvale dell’azione combinata di una sofisticata tecnologia altamente versatile e maneggevole, quale il laser, che, nelle sue ultime evoluzioni, incontra il favore di chi, grazie ad esso, voglia risolvere qualsivoglia problema estetico.
Uno dei vantaggi di questa tecnica risolutoria, preziosa alleata contro gli inestetici pannicoli adiposi, è il ridottissimo ingombro del supporto che conduce l’energia laser a diretto contatto con le cellule adipose.  Viene infatti utilizzato un cavetto in fibra di vetro del diametro di 1 mm, che scorre all’interno della microcannula di aspirazione, la quale attraverso un’incisione sulla cute di appena 3 mm-che lascerà una piccola cicatrice destinata a scomparire nell’arco di alcune settimane- penetra dolcemente nella zona da trattare laddove aspira l’adipe in eccesso.

L’energia laser opportunamente modulata dal chirurgo sugli adipociti consente lo scioglimento degli stessi, che assumono uno status liquido, privo di grumi, permettendo così un’aspirazione dolce, che non comporta la lesione di vasi capillari e terminazioni nervose.
La semplicità del meccanismo di funzionamento della laser-liposcultura nonché l’assenza di preoccupazioni circa eventuali complicazioni chirurgiche consente allo specialista di focalizzare la propria attenzione sulle aree anatomiche su cui deve intervenire in modo da ottenere grazie all’opera di rimodellamento stessa il risultato estetico auspicato e la soddisfazione delle aspettative dei pazienti.
Al termine dell’intervento, che viene eseguito in anestesia locale in day clinic, viene effettuato un bendaggio elasto-compressivo che comprima l’area interessata e che viene poi rimossa a distanza di pochi giorni, rendendo il decorso post-operatorio più soft. All’insegna di una bellezza rinnovata e ritrovata.