Mastoplastica additiva - Aumento del seno

Mastoplastica additiva verona
Simbolo storico di maternità, il seno, nella odierna civiltà occidentale, rappresenta uno degli elementi essenziali della femminilità, inimitabile testimone per ogni donna della propria forza seduttiva. In questo contesto la mastoplastica additiva si pone come duplice strumento di un risultato estetico qualitativamente migliore e di una forte autovalorizzazione della donna, che in questo intervento ritrova l’armonia delle forme desiderate.
 
  • Seno poco sviluppato (ipoplasia mammaria)
  • Seno piccolo e rilassato (ipotrofia mammaria con ptosi lieve) 
  • Seno svuotato ( a seguito di una gravidanza) 
  • Seno reduce da una mastectomia 
  • Asimmetria mammaria (un seno più piccolo dell’altro)
 
Questi i casi  in cui l’impianto di una protesi specifica, adatta per materiale e volume, può senz´altro migliorare l’inestetismo. Oggi la tecnica applicata alla medicina ha permesso di produrre protesi per rimodellare il seno fatte con materiali nuovi e pratici e con forme anatomiche.  Accanto alle  protesi mammarie al silicone, ampiamente utilizzate (nonostante le polemiche sulla loro sicurezza restano sempre le più diffuse ed affidabili) perché alla palpazione danno una sensazione più naturale, le  protesi  in hydrogel (miscela di acqua e zucchero in soluzione fisiologica), ideate dal chirurgo plastico francese Henry Arion.
La scelta delle protesi è dunque un passo particolarmente importante da stabilire in concerto con il chirurgo in modo da far combaciare le richieste della paziente con gli effettivi risultati che si possono raggiungere.
 

Mastoplastica additiva - Quando?

  • Dopo i 20 anni
  • Se il seno risulta poco sviluppato per un minimo o inesistente sviluppo della ghiandola mammaria
  • In caso di eccessivo dimagrimento ( essendo l’adipe in questa zona in abbondante quantità è chiaro che una riduzione del peso corporeo porti ad una riduzione del volume del seno ). 
  • In presenza di rilassamento dovuto all’età o ad una o più gravidanze.
  • Per dare al seno il volume che desiderate. 
  • Per ritrovare un’ideale forma e plasticità.
 

Tecnica Chirurgica del Dott. Domenico Miccolis

Mediante una piccola incisione intorno all’areola mammaria, o nel solco sottomammario o nel cavo ascellare il chirurgo introduce la protesi scelta; questa viene posizionata sotto la ghiandola mammaria o sotto il muscolo pettorale, dopo aver creato una tasca naturale in cui inserirla.
La cicatrice diventa poi invisibile. Talvolta viene posizionato un drenaggio per ventiquattro ore allo scopo di eliminare sierosa e ridurre il rischio di ematomi.
 
L’intervento si esegue in anestesia locale più sedazione o, in alcuni casi, in anestesia generale, in regime di Day Hospital, nell’ambito di una struttura autorizzata alla realizzazione di un intervento chirurgico. 
 

Mastoplastica additiva a Verona - Post operatorio

Nel decorso post-operatorio è bene evitare ampi movimenti con le braccia per circa due settimane durante le quali viene altresì consigliato alla paziente di indossare un reggiseno contenitivo. I punti di sutura vengono rimossi ambulatorialmente circa 8-10 giorni dall’intervento. 

La convalescenza è breve e non presenta disagi particolari

Un certo indolenzimento alla palpazione è destinato a risolversi nell’arco di dieci giorni. In alcuni casi può accadere che la reazione cicatriziale che si forma attorno alla protesi risulti eccessiva e determini un aumento della consistenza del seno. Ciò comporta controlli successivi e, eventualmente, provvedimenti che il chirurgo adotterà caso per caso: una compressione manuale per rendere più morbida la capsula cicatriziale oppure un reintervento al fine di risistemare la protesi.
 
La paziente può altresì avvertire, a causa del trauma chirurgico dei nervi sensitivi, una diminuita sensibilità del capezzolo o dell’areola : tale diminuzione è transitoria e in pochi mesi si ripristina la normale sensibilità. Complicanze, quali l’ematoma e le infezioni, compaiono molto raramente. 
Le attività quotidiane possono comunque essere già intraprese dopo 3-4 giorni, mentre per quelle sportive è consigliabile aspettare un mese. Lo stesso dicasi per l’esposizione solare, fatta eccezione per l’area dove si trova la cicatrice, per la quale invece occorre invece aspettare 6 mesi.
 

Durata intervento dell'intervento di Mastoplastica additiva al seno

Anestesia: Locale con sedazione o generale
Durata intervento: 45 min – 60 min
Degenza in clinica: 6 ore
Numero Medicazioni: 2
convalescenza: 7gg

 

Fotografie di Mastoplastica additiva - Prima e dopo

Mastoplastica additiva Verona - PrimaMastoplastica additiva Verona - DopoMastoplastica additiva Verona - PrimaMastoplastica additiva Verona - DopoMastoplastica additiva Verona - PrimaMastoplastica additiva Verona - DopoMastoplastica additiva Verona - PrimaMastoplastica additiva Verona - DopoMastoplastica additiva Verona - PrimaMastoplastica additiva Verona - DopoMastoplastica additiva Verona - PrimaMastoplastica additiva Verona - Dopo