Bilancio 2015 l'approccio diventa sempre più soft

Bilancio 2015 l'approccio diventa sempre più soft

Il successo della medicina estetica continua ed è confermato dai dati di fine anno. Il 2015 segna un +10% di richieste rispetto al 2014. Anche per il 2015 i trattamenti di medicina estetica rappresentano un punto di riferimento fondamentale per chi vuole conservare un aspetto giovane senza ricorrere a interventi chirurgici.
In testa alla classifica vi sono chiaramente i trattamenti al viso, richiesti maggiormente dalle donne, si può affermare che circa 8 su 10 optano per il filler a base di acido ialuronico per le labbra. Dai dati emersi negli ultimi congressi si evince che la medicina estetica piace alle donne italiane sopratutto quando aiuta a risollevare parti del volto come per esempio l’arco mandibolare dopo i 40 anni e a risolvere problemi di asimmetria o perdita di volumi.
Quello che è fondamentale e da sottolineare è l'importanza dell'effetto naturale, il serio professionista ripristinerà l'armonia dei volumi e delle forme senza sconvolgere la fisionomia e questo ha reso l'approccio medico sempre più soft.
Confermiamo che anche per il 2016 vi sarà la continuità di un uso massiccio dei fili riassorbibili, che sono sempre più utilizzati anche per la rinoplastica non chirurgica (ossia rinofiller), una tecnica che dona volume alle aree irregolari alzando la radice del naso o sollevandone leggermente la punta, il loto utilizzo è particolarmente indicato anche per risollevare il seno ed i glutei senza l'utilizzo del bisturi.
Il 2016 è l'anno che conferma i recenti cambiamenti, positivi, nel campo della medicina estetica ossia la ricerca di un effetto naturale e la biocompatibilità dei materiali. Questo significa, che finalmente, stiamo dicendo addio a certi risultati caricaturali che non giovano ai medici estetici che lavorano con professionalità, dicendo ‘no’ agli eccessi e guidando il paziente nella scelta dei trattamenti migliori per il loro corpo.