Grazie al lifting invisibile addio ai segni del tempo

Grazie al lifting invisibile addio ai segni del tempo

Articolo apparso su "Il Giornale" il 24/06/15

Il dottor Miccolis spiega come è possibile ottenere la completa armonizzazione del volto. Senza l’uso del bisturi

Allo scopo di cancellare gli inevitabili segni del tempo, nuove e sofisticate tecniche in campo medico-estetico vengono messe apunto, tanto da far apparire la chirurgia del passato come primitiva. 
Gli evidenti risultati di visi sempre più inespressivi, quasi plastificati, hanno stimolato i medici estetici a ricercare e applicare nuove tecniche che rendessero i trattamenti di ringiovanimento meno invasivi e con risultati più naturali. Risultato? Il lifting invisibile, oendolifting, trattamento innovativo e davvero soft. (e, quindi, privo di incisioni e cicatrici), consente di ottenere un viso naturalmente ringiovanito e nel contempo di attivare una efficace azionedi rigenerazione dei tessuti
Prima di scegliere la tecnica più adatta alle proprie necessità, è indispensabile affidarsi alle mani di esperti che possano valutare le condizioni della cute e del derma del paziente, l’età e la profondità dei segni del tempo; un checkup specifico è il punto di partenza ottimale per ottenere un risultato più visibile e duraturo.
Il dottor Domenico Miccolis, chirurgo plastico estetico, consiglia questo trattamento, veloce, indolore, efficace, sia per uomini sia per donne. Permette di ottenere una completa armonizzazione del volto risollevando il sopracciglio, tonificando le guance, dando volume agli zigomi e delineando bordo mandibolare e collo.
La domanda è lecita: come può un lifting definirsi invisibile? Attraverso l’inserimento di sottilissimi fili, derivanti dal polimero dell’acidol attico, si pratica un’azione di sollevamento e sostegno dei tessuti. Nel contempo,grazie all’utilizzo di particolari fili in PDO (polidioxanone), si ottiene una biostimolazione e un’efficace rigenerazione dei tessuti. Tutto il materiale è riassorbibile. Il risultato è un evidente miglioramento dell’aspetto del viso. «Il disagio è minimo aggiunge il dottor Miccolis i fili vengono inseriti mediante aghi sottilissimi, quasi invisibili. Ciò stimola l’autoproduzione di collagene, elastina e acido ialuronico, impalcatura naturale che mantiene la pelle giovane».
La procedura, davvero poco invasiva, è molto rapida: in genere necessita di circa 15/20 minuti. Il trattamento, inoltre, non prevede alcun tipo di anestesia. Ogni filo è munito da quattro a dodici «coni», costituiti da acido polilattico che, scorrendo sottopelle, raccolgono e riposizionano la cute». Un trattamento senza cicatrici che non prevede alcun post-operatorio.
«Già dal giorno successivo - aggiunge il dottor Miccolis - il paziente può tornare alle normali attività sociali e lavorative quotidiane.
Unico accorgimento: quello di applicare una crema antibiotica nei punti di ingresso e di uscita del minuscolo ago». Non sorprende la forte richiesta di questo tipo di novità estetica, visto l’effetto completamente naturale e con risultati che durano fino a due anni.

Scarica il file PDF dell'articolo.