– CHIRURGIA ESTETICA – MASTOPLASTICA ADDITIVA

Mastoplastica Additiva

Mastoplastica additiva Miccolis MD

Un seno bello da guardare e da toccare è il desidero della maggior parte delle donne. Pioniere nel campo della mastoplastica additiva e con oltre 20 anni di esperienza in Italia e all’estero, il Dott. Miccolis esegue procedure di aumento e shaping del seno dal 1997, ha effettuato una grandissima varietà di interventi perfezionando la sua tecnica grazie a un’ampissima casistica ed è considerato un chirurgo di eccellenza anche nei casi complessi di revisione implantare.

mastoplastica-additiva-venezia verona padova milano miccolis

*Mastoplastica con protesti anatomica inserimento dual-plane e lipofilling del seno.

MEC: protesi, lipofilling, rigenerazione

Il Dott. Miccolis è conosciuto a livello internazionale per MEC (Medical Esthetic Concept), che prevede l’azione combinata della chirurgia e della medicina estetica rigenerativa avanzata per un risultato estetico eccezionale.

MEC prevede l’intervento combinato mediante PROTESI e LIPOFILLING del seno per ottenere un risultato totalmente naturale alla vista e al tatto, ma consente anche di prenderci cura del tuo seno che rimarrà giovane, formoso e perfettamente modellato negli anni, prevenendo ogni tipo di ruga, cedimento cutaneo, cambio di forma e profilo.

INTERVENTO E RISCHI

  • La contrattura capsulare

    L’incapsulamento o la contrattura capsulare delle protesi mammarie è una delle maggiori preoccupazioni di ogni donna che vuole eseguire un aumento del seno. Il rischio certamente esiste, ma accade in media in meno del 5% dei casi e una corretta terapia farmacologica e trattamenti a base di ultrasuoni ne riducono ulteriormente l’incidenza.

    La prima cosa da capire è che attorno a tutti gli impianti si forma naturalmente una capsula. La formazione di questa capsula è una normale reazione del nostro sistema a un corpo estraneo. Per proteggerlo crea uno strato fibroso che dobbiamo tenere in considerazione durante il processo di guarigione.

    Quando la capsula si forma attorno alla protesi, aderisce meglio ai tessuti del seno, riempie gli spazi e aiuta a prevenire le infezioni.

    La differenza o il problema nasce quando questa capsula comprime la protesi mammaria, dando origine a una contrattura o capsula patologica.

    Incapsulamento postoperatorio

    La compressione esercitata dalla capsula fa sì che la protesi diventi più rigida e allo stesso tempo tiri i tessuti circostanti. Ciò può causare uno spostamento della protesi di diversi centimetri e dare luogo a dolore.

    Il periodo di tempo più delicato sono i primi tre mesi. Dobbiamo mettere in pratica tutte le raccomandazioni del chirurgo plastico per ridurre il più possibile il rischio di incapsulamento. Dopo i primi sei mesi è molto improbabile che ci sia una contrattura capsulare.

    Cause di contrattura capsulare
    Le cause della contrattura capsulare possono avere origini diverse. Questi possono essere dovuti, ad esempio, a fattori medici come la tecnica o l’abilità del chirurgo, il livello di igiene durante la procedura, il posizionamento della protesi (sotto la ghiandola o dietro il muscolo pettorale) o il rivestimento dell’impianto (liscio, strutturato…).

    La causa dell’incapsulamento può essere correlata anche al paziente, sia per non aver seguito le istruzioni del medico, ad esempio se non mantiene il riposo postoperatorio o non esegue i massaggi prescritti, sia per avere una certa predisposizione genetica.

    Trattamento della contrattura capsulare
    Se rileviamo i sintomi della contrattura capsulare il trattamento deve essere indicato dal tuo chirurgo plastico. Per darvi un’idea più precisa, sappiate che in primo luogo scegliamo soluzioni senza chirurgia come i massaggi, che possono essere molto efficaci se vengono seguite le linee guida.

    Se i trattamenti non invasivi non raggiungono il risultato desiderato, è necessario scegliere una soluzione chirurgica come la capsulectomia. In esso rimuoviamo la capsula senza sostituire l’impianto (a meno che non sia necessario), in modo che si formi una nuova capsula. Questa opzione è solitamente molto efficace e può anche essere ripetuta.

    In altri casi sostituiamo la protesi con un modello di minore dimensione compensando la volumetria persa mediante lipofilling.

    La scelta di un chirurgo esperto e di standard di sicurezza elevati, in media, riducono significativamente il rischio correlato alla contrattura capsulare.

  • Tempi di recupero

    Nella maggior parte dei casi, il normale tempo di recupero per un aumento del seno è da quattro a sei settimane. Il reinserimento a una vita sociale normale ma controllata avviene in circa 5-7 giorni. Il posizionamento degli impianti sotto il muscolo attraverso il doppio piano sub pettorale richiederà solitamente diverse settimane in più per guarire rispetto a quando si trovano sotto la ghiandola (sopra il muscolo). Spiego ai miei pazienti di non fare sforzi e sollevare carichi pesanti per le prime tre settimane e indossare un reggiseno sportivo per i primi 30 giorni. É necessario anche indossare fasce di compressione o specifico reggiseno di compressione.
  • Favorire la cicatrizzazione

    Le cicatrici della mastoplastica additiva sono di per se posizionate in modo da non essere visibili (piega della mammella o aureola).  Una corretta cicatrizzazione è comunque necessario per ridurre al minimo la visibilità delle suture.

    Dopo l’intervento chirurgico, il dottor Miccolis raccomanda alle pazienti di:

    Non esporre le incisioni ai raggi solari. Evitare l’esposizione al sole per 12 mesi.
    Mantenere pulite le incisioni. Mantenere pulite le incisioni per almeno due o tre settimane dopo l’intervento aiuterà a evitare l’infezione.
    Mantenere asciutte le incisioni. Le incisioni devono essere mantenute asciutte per almeno 14 giorni. Non bagnare ed evitare di sudare poiché ciò può portare a infezioni batteriche.

  • Mastoplastica e allattamento

    Complicazioni relazionate all’allattamento accadono in circa il 3-5% delle mastoplastiche additive realizzate in Europa e Stati Uniti. Tale percentuale aumenta e si attesta intorno al 12% – 15% nel caso di intervento di riduzione del seno o un lifting del seno (mastopessi).

    La scelta di un chirurgo esperto contribuisce a ridurre le probabilità che accada questo tipo di controindicazione ma non può evitare del tutto l’insorgenza di questo tipo di complicazioni.

    Le statistiche sono chiare e rilevate su base di un numero molto rilevante di interventi (realizzati da chirurghi plastici certificati).

    Diffida quindi dei chirurghi che minimizzano tale tipo di complicazione.

  • Mammografia

    Le protesi mammarie non ti impediranno di essere in grado di effettuare una mammografia, ma possono rendere più complesso per il tuo medico vedere ogni zona del tuo seno (poiché i raggi X utilizzati non possono penetrare nelle protesi al silicone o saline). Tradizionalmente, le donne con protesi mammarie avranno bisogno di scattare foto aggiuntive per una mammografia completa.
  • Quando sostituire le protesi

    Contrariamente a quanto spesso si legge, le protesi mammarie non devono essere sostituite ogni 10 anni. Se non accusi dolore e sei soddisfatta dell’aspetto del tuo seno, probabilmente non c’è ragione di pensare una revisione; tuttavia, si è consigliabile consultare un chirurgo plastico certificato in caso di dubbi sulle condizioni delle protesi mammarie.

Contatta il Dottor Miccolis

Prenota la tua visita

È possibile prenotare una visita in una delle nostre sedi a Milano, Verona, Vicenza, Padova, Mestre e Chioggia. Il dottor Miccolis ti spiegherà le procedure da adoperare per il tuo caso, mostrandoti risultati e l’evoluzione di pazienti che sono stati sottoposti a trattamenti chirurgici e medici simili.

Le immagini che vedrai sono esclusivamente quelle dei pazienti che hanno espressamente autorizzato l’esposizione delle loro immagini durante visita medica nelle nostre sedi.

Se hai specifiche esigenze di riservatezza, contattaci facendo presente questa necessità e la tua visita verrà svolta in sede riservata.

Se prima della visita desideri inviare le tue foto e ricevere una CONSULENZA ONLINE fai click qui.

Vicolo dei Carraresi, 18 - Cittadella – Padova

Via San Pietro all’Orto, 9 - Milano

Via Ceriotto, 2 - Verona

Borgo Berga, 38 - Vicenza

Via Granatieri di Sardegna, 1371 - Chioggia

Via Torino, 6 - Mestre

Scrivici per ricevere informazioni

    *Ho preso visione e dichiaro di accettare la politica sulla privacy (Art. 13 d. Lgs. N. 196/2003 e Artt 13-14 Reg. UE 2016/679)

    ELEGANZA

    Il Dottor Miccolis è ampiamente riconosciuto come pioniere in chirurgia plastica e ricostruttiva del viso e del seno, medicina estetica e dermatologia avanzata. La sua esperienza chirurgica combinata al suo talento garantiscono risultati di grande bellezza. La padronanza delle tecniche di chirurgia e di medicina estetica e dermatologica consentono di intervenire con procedure combinate, minimamente invasive e di straordinario effetto estetico, garantendo un look estremamente sofisticato, elegante e naturale.

    domenico-miccolis-lifting acido ialuronico

    RISULTATI

    Le tecnologie di ringiovanimento estetico si evolvono rapidamente. La recente applicazione nel campo estetico delle scoperte relative alle cellule staminali, il micro e nano-fat grafting, liposcultura, laser e radiofrequenze di ultima generazione ci permettono di ringiovanire e rimodellare le cappe cutanee ad ogni livello di profondità, intervenendo anche sulle zone più delicate e difficili, generando effetti di trazione, lifting e riempimento che fino a pochi anni fa erano assolutamente impensabili. La corretta implementazione ci permette di sostituire o migliorare enormemente il risultato della procedura chirurgica tradizionale.

    RISULTATI

    Le tecnologie di ringiovanimento estetico si evolvono rapidamente. La recente applicazione nel campo estetico delle scoperte relative alle cellule staminali, il micro e nano-fat grafting, liposcultura, laser e radiofrequenze di ultima generazione ci permettono di ringiovanire e rimodellare le cappe cutanee ad ogni livello di profondità, intervenendo anche sulle zone più delicate e difficili, generando effetti di trazione, lifting e riempimento che fino a pochi anni fa erano assolutamente impensabili. La corretta implementazione ci permette di sostituire o migliorare enormemente il risultato della procedura chirurgica tradizionale.

    domenico-miccolis-lifting acido ialuronico

    GLI ULTIMI INTERVENTI

    domenico-miccolis-ultimi-interventi